3535 Views |  Like

Chi è e cosa fa il consulente d’immagine

chi-e-cosa-fa-il-consulente-immagine

Quando pronuncio queste due parole, mi capita spesso di incrociare due tipi di sguardi: quello preoccupato e quello incuriosito. Il primo genera una sorta di riluttanza causata dal sospetto che qualcuno possa in qualche modo manipolarci o cambiarci a suo piacimento. Mentre il secondo genera entusiasmo e voglia di capire come e in che modo potremmo diventare ancora meglio di quello che pensiamo di essere.

Il consulente d’immagine non è una persona che ti scruta per giudicarti se sei bello o brutto, come staresti in un modo piuttosto che in un altro o per consigliarti di vestirti alla moda, quanto piuttosto…

Un confidente che può agevolarti in un processo di miglioramento o cambiamento che tu desideri mettere in atto per te stesso.

Ma cosa si intende per immagine? L’immagine è il risultato della tua parte estetica o esteriore, valorizzata da quella interiore, cioè dalla tua cultura, dal tuo modo di fare, di parlare, dagli argomenti e dagli interessi che hai.

L’immagine è dunque il risultato della somma di fattori esterni ed interni della persona e corrisponde a quello che gli altri percepiscono di te, anche se a volte non coincide con quello che tu percepisci di te stesso…(ma di questo ti parlerò in un altro post) 😉

Senza diventare ossessionato dell’apparenza, sai anche tu che avere una buona immagine aumenta la tua sicurezza nei rapporti con gli altri e ti aiuta anche ad ottenere maggiori consensi sia privatamente che professionalmente. In questo senso non devi avere necessariamente gravi problemi di autostima per pensare di rivolgerti ad un consulente d’immagine.

Puoi ricorrere a questo tipo di consulenza anche solo per chiedere un parere su come affrontare più serenamente certi mutamenti del tuo corpo a seguito per esempio di cambiamenti profondi della tua esistenza, come il passare degli anni o il superamento di una malattia, oppure per avere un consiglio circa un’occasione speciale, o ancora molto più semplicemente per piacere di più a te stesso e quindi per farti un regalo un pò fuori dal comune!

In pratica non devi sentirti sull’orlo della disperazione per scegliere di rivolgerti ad un consulente d’immagine. Anzi, ricordati che non si tratta né uno psicologo, né uno psicoterapeuta e per tanto non potrà aiutarti a risolvere problematiche di natura psicopatologica.

Tant’è che prima di procedere, un consulente d’immagine serio deve essere in grado di capire quali sono le motivazioni profonde del suo cliente, che cosa lo hanno spinto fin lì ed eventualmente, se comprende che il problema non è di sua competenza indirizzarlo ad altri professionisti.

Insomma, consideralo semplicemente un trainer a tutti gli effetti, che può aiutarti a migliorare le tue performance attraverso la valorizzazione della tua parte estetica e una maggiore consapevolezza delle tue potenzialità interiori.

Ma cosa fa in pratica? Come si svolge un setting di consulenza d’immagine?

Dopo un colloquio preliminare dove il cliente espone le sue richieste, viene stipulato un piano d’azione che prevede diversi passaggi a seconda dell’obbiettivo da raggiungere e quindi un certo numero di incontri.

Le aree di intervento possono variare e vanno dal make up alla scelta della pettinatura e del colore dei capelli, al miglioramento del linguaggio del corpo e dell’uso della voce, fino alla scelta degli abiti più idonei al tipo di conformazione fisica, al gusto personale e al contesto che si deve affrontare, con i relativi colori più adatti alla propria carnagione e naturalmente alla scelta degli accessori giusti come scarpe, borse, cravatte ecc. ecc.

Potrebbe essere utile all’inizio (ma non è indispensabile) avere delle foto su cui basarsi per trovare ispirazione ed eventuali somiglianze di genere fra il cliente e il personaggio della foto. Ma attenzione: lo scopo non è quello di copiare un’altra persona, quanto piuttosto quello di individuare nel personaggio quegli aspetti che il cliente sente di avere in comune con lui ma che stenta ad esteriorizzare.

La cosa più importante che fa il consulente d’immagine non è convincerti che devi cambiare qualcosa di te, bensì aiutarti a diventare più consapevole di te stesso e dunque aiutarti ad accettarti e amarti per quello che sei.

In questo senso il più delle volte sono sufficienti 2 o tre incontri per far sì che il cliente si senta già soddisfatto, perché attraverso il colloquio libero ed empatico e l’eventuale risoluzione o messa a punto di un piccolo dettaglio, egli trova automaticamente la chiave di tutto il cambiamento che sta cercando!

In definitiva lo scopo del consulente d’immagine non è quello di cambiarti, ma di accompagnarti verso la felicità che cerchi, senza importi nulla! Aspetto i tuoi commenti… ciao!

Monica