30032 Views |  1

Come scegliere un pantalone da uomo

come-scegliere-un-pantalone-da-uomo

Si sa che gli uomini in genere non amano andare in giro per fare shopping e più ancora detestano provare gli abiti che comprano. Un lettore del blog mi ha chiesto di dargli qualche dritta nella scelta di un pantalone, piuttosto che un jeans, quindi se per caso ti trovi nella condizione di dover fare qualche acquisto di questo tipo, visto che siamo oltre tutto in periodo di saldi, forse questo post potrebbe interessarti.

Cominciamo dal jeans:

il motivo per cui non dovrebbe mancare nel guardaroba di un uomo (e di una donna), è perché spesso rappresenta la soluzione giusta, quando sei indeciso su cosa metterti.

E’ chiaro che dipende dalla situazione, nel senso che per un colloquio di lavoro il matrimonio del tuo amico, o una serata in un locale elegante il jeans non è il capo giusto, mentre è perfetto in qualsiasi altra occasione in cui non è richiesto un abbigliamento “formale”.

Va benissimo anche per presentarti ad un primo appuntamento con una donna, purché comunque ti stia perfettamente e metta in risalto il tuo fisico. Indossato con una camicia bianca o blu scura e scarpe di cuoio marrone scuro con relativa cintura abbinata (senza giacca e cravatta vista la stagione), otterrai un risultato piuttosto “elegante”, mentre, se abbinato ad una polo o t-shirt, sicuramente più sportivo.

Vuoi sapere quale potrebbe essere la scelta migliore per recarti ad un appuntamento con una donna? Sicuramente il primo: jeans blu (scuro o leggermente scolorito)+camicia bianca o blu scura+scarpe e cintura di cuoio. Il bello del jeans sta proprio in questi 2 fattori:

  1. Versatilità di utilizzo.
  2. Adattabilità a qualsiasi conformazione fisica.

I jeans non sono tutti uguali e proprio perché risolvono molte incertezze, vale la pena secondo me investire un po’ di tempo e se necessario anche un po’ di denaro in più, per trovare quello perfetto per te, cioè quello che ti veste perfettamente e ti fa sentire a tuo agio.

Se ti orienti su marche specializzate nella produzione di jeans come per esempio Levis, Diesel, Gas, Tommy Hilfiger, Calvin Klein sei sicuro di trovare una proposta maggiore in termini di vestibilità a seconda se sei magro, robusto, alto o basso.

Per quanto riguarda invece un pantalone normale…

Beh, in questo caso dipende per cosa ti serve, per quale occasione o stile di vita conduci. Ecco le regole principali da seguire:

  1. Anche se alcuni stilisti hanno proposto il ritorno del pantalone con pinces, il modello che va ancora per la maggiore è quello senza pinces e con gamba piuttosto asciutta. Il modello senza le pinces, tra l’altro, slancia molto la figura, poiché la gamba appare più asciutta (o sottile).
  2. Controlla che il tessuto con cui è confezionato non faccia troppe smorfie (pieghe) nella zona dell’inguine e che il tuo lato B sia messo adeguatamente in risalto, anche se si tratta di un pantalone formale in fresco di lana per andare in ufficio.
  3. La lunghezza di un pantalone è perfetta quando posteriormente sfiora la parte superiore del tacco delle scarpa e davanti è leggermente più corto per evitare che si afflosci troppo.
  4. Se la tua statura è alta, puoi permetterti anche un pantalone a vita alta (in verità leggermente più alta del normale), mentre se non sei molto alto, orientati verso un pantalone con il punto vita normale. Ciò che conta comunque, è che ci sia un equilibrio di proporzioni fra la lunghezza del tuo busto e quella delle tue gambe.
  5. Il risvolto è indicato in genere per un pantalone elegante e non dovrebbe mai essere più alto di tre centimetri.
  6. Se hai problemi di pancia scegli un pantalone che abbia il drop.
  7. Abbina sempre il colore della cintura con quello delle scarpe.
  8. Indossa calze scure in tono con il colore della scarpa o del pantalone, es: se la scarpa è marrone e il pantalone blu, la calza va blu, se invece il pantalone è bianco e la scarpa nera, la calza va nera…oppure niente calze se il modello è molto estivo.
  9. Se scegli invece un pantalone corto, tipo bermuda allora le uniche regole da seguire sono quelle che ti vesta bene e che lo porti senza le calze.
  10. La vestibilità del tuo pantalone, lungo o corto che sia, deve assecondare perfettamente la forma del tuo fisico, in modo che tu lo senta comodo come un’estensione del tuo corpo.

Cosa ho dimenticato? …Non mi viene in mente altro.  Fammi sapere se c’è qualcosa da aggiungere! Ciao 🙂

Monica