179 Views |  Like

Timidezza: per vincerla, quello che devi fare è proprio ciò che ti spaventa!

timidezza-per-vincerla-quello-che-devi-fare-e-proprio-cio-che-ti-spaventaFare ciò che ti spaventa ti potrà sembrare assurdo, in realtà è il modo migliore per vincere le tue paure.

Questa tecnica si basa un po’ sul concetto del paradosso, cioè nel fare qualcosa di apparentemente illogico o inaccettabile, ma che produce invece un risultato accettabile.

Mi spiego meglio: molto spesso a proposito della timidezza ti dai tanti buoni propositi ma sempre piuttosto astratti del tipo “Rilassati, sii te stesso, non c’è niente da temere…” ecc. ecc.

Oppure cerchi di indagare sul tuo passato cercando di scovare la causa scatenante. Tutto questo può essere utile per consapevolizzarti maggiormente su cause e convinzioni, ma non ti aiuta ad uscire da un’impasse…..

L’unico modo per uscire da un’impasse è compiere un’azione forte, di rottura degli schemi anche se apparentemente illogica o paradossale, in pratica significa “darci un taglio” e fare con coraggio proprio ciò che ti spaventa.

Se per esempio la tua paura è fare brutta figura con le ragazze o i ragazzi perché temi di arrossire, perché non ti viene mai niente da dire, perché pensi di essere poco interessante, ciò che devi fare è prendere il coraggio a due mani e “impegnarti” proprio per fare una bella figuraccia!

Non mandarmi a stendere, ma ascolta bene: lo sai che molti attori scelgono questa carriera per vincere la timidezza?  E secondo te cosa credi che facciano?

Poco per volta, a forza di provare e fare “figuracce” hanno imparato a INFISCHIARSENE di quello che potrebbero pensare gli altri e quindi ad agire indifferentemente!

Il punto è proprio questo: abbattere la convinzione autolimitante di credere che gli altri siano sempre lì pronti ad aspettare te per criticarti.

Anche il concetto di “brutta figura” è qualcosa che riguarda la tua percezione delle cose, ma se chiedi a qualcun altro cosa pensa di quello che hai detto o fatto, quasi sicuramente ti dirà che non ha notato niente di strano! :)

Quindi quando sei in compagnia di altre persone, prova ad immaginarti di essere come sul set di un film, dove sei costretto a “provare”.

In più pensa che la gente che ti circonda, non si stupirà più di tanto del tuo comportamento perché ha qualcosa di più importante a cui badare: i propri pensieri.

Supponiamo per esempio che ti trovi ad una festa e vuoi fare conoscenza. Procedi così:

  • Sforzati di non pensare al risultato.
  • Fai quello che fanno gli altri, cioè lasciati andare a parlare del più e del meno.
  • Più parli e più ti sciogli. Fregatene dell’equazione che dice: “chi parla tanto è perché è timido”.  Sei proprio lì per quello…..per fare quello che temi di sembrare! Cioè il timido. Quando capisci che sei più rilassato, aggiungi al tuo stato un po’ di coraggio per fare un passo in più.
  • Compi quindi un’azione che ti costa un po’ di impegno come ballare, cantare, raccontare barzellette, o se sei un ragazzo dare il tuo numero di telefono ad una lei che ti piace, poi guarda cosa succede. Fallo non con l’idea di dover fare bella figura, ma di andare incontro alla tua paura preparandoti a fare quella che tu chiami “la solita figuraccia”.
  • Con tutta probabilità ti accorgerai che nessuno ha notato più di tanto le tue gaffe (ammesso che tu le abbia fatte) e soprattutto che sei ancora vivo, non è capitato niente di terribile, anzi tutt’al più hai fatto ridere qualcuno.
  • Nel caso del numero di telefono, se lei lo ha preso solo per gentilezza e poi non ti chiama, poco ti deve importare, perché in realtà tu hai agito non tanto per cuccare, ma per provare a te stesso che il rifiuto non ti spaventa più.

Il tuo obiettivo nel fare “qualcosa” che ti spaventa, non deve essere la cosa in se come quella di fare colpo su una ragazza, ma quella di vincere la paura del rifiuto.

In questo modo ti accorgerai che l’eventuale figuraccia o rifiuto non ti importeranno più di tanto, perchè il tuo principale obiettivo è quello di dimostrare a te stesso che vinci tu e non la paura.

Più ti alleni a “provare” e più ti disabitui alla paura del rifiuto. Insistendo e spingendoti ogni volta un po’ più in là di quello che ti sembra possibile, ti sentirai poco per volta sempre più disinvolto/a.

Ricorda: il tuo obiettivo per vincere la timidezza non deve essere un numero di telefono o fare colpo su qualcuno, ma SFIDARE la tua paura!

Prova e dimmi che ne pensi, cosa hai provato, come ti sei sentito/a.

Ciao, Monica