6414 Views |  1

Un segreto di stile che vale oro

come-migliorare-lo-stile

Per avere stile è importante innanzitutto conoscere certe regole estetiche e di comunicazione (che tra l’altro in questo blog trovi tutte quante ampiamente argomentate), tuttavia tali regole non sono altro che la base, l’inizio dell’avventura.

Il vero senso dello stile infatti non consiste nell’applicare le regole alla lettera, bensì dopo averle apprese e comprese nelle fondamenta, nel saperle infrangere sapientemente!

Questo perché lo stile è un piacere che appaga non solo gli occhi ma anche la mente. Una mente preparata però! Preparata a riconoscere la bellezza non solo nella perfezione dei diktat in vigore, ma anche nell’imperfezione che affascina e intriga.  

diventare-piu-attraente

E’ esattamente il contrario di quanto verrebbe spontaneo pensare e cioè che una persona per avere stile debba essere vestita impeccabilmente secondo i canoni punto e basta. Ma i canoni non sono che il principio, la partenza, quello che facciamo quando siamo ancora apprendisti.

Per esercitare la nostra padronanza in materia di stile invece, dobbiamo per forza elevarci ad un gradino superiore e dopo aver preso dimestichezza con la materia, assumerci qualche rischio calcolato.

Ti faccio un esempio pratico (meglio!). Una persona impeccabilmente elegante e ben vestita secondo i canoni del momento e per giunta riconoscibile agli occhi di tutti è tale e non c’è niente da ri-dire.

Una persona altrettanto impeccabilmente vestita, ma… con qualche piccola stonatura (e qui mi riallaccio all’imperfezione di cui ti ho accennato sopra) o dettaglio azzardato come per esempio una pochette o un paio di calze improbabili, i polsini della camicia sbottonati sotto la giacca, una cintura, delle bretelle, un farfallino vintage, due o tre fantasie di tessuto abbinate armonicamente insieme, puo’ suscitare stupore, fascino e ammirazione! Come ovviamente anche il contrario, e cioè sdegno!

come-avere-piu-fascino

E qui arriviamo a un punto chiave: chi ha veramente stile non si preoccupa di cosa pensano gli altri. Sa stare al gioco perché conosce le regole, ma al contempo è anche capace di piegare le stesse alle proprie scelte personali. Infrangere le regole non è vietato, anzi! Ci libera dall’omologazione e dal peso schiacciante del consumismo, della superficialità, del “così fan tutti”.

Ciò che conta è che tu sappia bene quello che fai, perché lo fai e quando è il caso, cioè in quale occasione  puoi spingerti per andare oltre le convenzioni.

Il tocco finale di tutto ciò e agire con estrema nonchalance, ossia con la massima naturalezza e disinvoltura, quasi come se non ci avessi pensato più di tanto e invece tu sì che sai quanto tempo ti è costato mettere insieme i tuoi abbinamenti.

Ma di nuovo, alla gente questo non deve interessare. Oltre all’azzardo calcolato, lo stile è anche mistero, vaghezza, coltivare l’arte di ricercare un aspetto perfetto senza dare l’impressione di averci pensato troppo su…. quasi come se si trattasse di un dono dal cielo 😉

Facciamo quindi un piccolo riepilogo:

1)  Impara le regole

Cioè gli abbinamenti migliori di colore, di tessuti, di forme e anche un po’ di tendenze moda. Conosci te stesso e il tuo fisico per poter scegliere solo ciò che ti valorizza veramente. Apprendi cosa funziona meglio in un contesto piuttosto che in un altro.

2)  Infrangi le regole

Ecco qualche esempio oltre a quelli già dati sopra:

  1. Evita di vestirti tutto all’ultima moda, perché è indice di scarsa personalità.
  2. Non cercare la perfezione e l’abbinamento super studiato, perché è indice di insicurezza.
  3. Prova ad abbinare capi che apparentemente non c’entrano nulla tra loro come ad esempio una giacca da sera elegante con un jeans e una t-shirt. Ma attenzione: se azzardi da una parte non devi transigere dall’altra sbagliando ad esempio le scarpe (che sono sempre fondamentali in qualunque look), o esibendo una testa e un viso trasandati!

3)  Sii disinvolto 

Coltiva dentro di te l’attitudine ad un atteggiamento naturale e sapientemente disinteressato verso il tuo modo di apparire, anche se sai che ci hai messo un po’ per decidere come vestirti.  In pratica, mettici il tempo che ti serve, ma poi non pensarci più per evitare di avere un aspetto troppo leccato, troppo studiato, troppo ingessato… troppo perfetto!

E se qualcuno dovesse farti i complimenti per come sei vestito oppure chiederti quanto tempo ci hai messo per preparati, o ancora dove hai comprato quella  cravatta, quella camicia o quelle bellissime scarpe, tu glissa e fai finta di niente. 😉 Non si tratta di ipocrisia, ma del piacere sottile di proteggere i tuoi segreti, passioni e ossessioni, perché ricorda…

 Il fascino di chi ha stile è anche fatto di mistero
e di qualche segreto che sai solo tu!

Ciao, a presto, dimmi cosa ne pensi, i tuoi commenti sono importanti!!!!  Monica