Donna con giacca doppiopetto blu e borsa tracolla

Chi non ha una giacca nell’armadio? Esistono talmente tanti modelli e varianti di giacche che probabilmente si è un pò persa la consapevolezza di come dovrebbe vestire al meglio una giacca. Infatti non ti voglio parlare di modelli, quanto di vestibilità. Finché si tratta di un capo sfoderato e alla moda non ci facciamo caso più di tanto, ma quando invece c’è un’occasione importante, dove magari ci giochiamo anche qualcosa di importante, capire al volo se una giacca ci sta veramente bene oppure no può fare la differenza.

Spessissimo decidiamo di indossare una giacca quando vogliamo trasmettere velocemente messaggi come autorevolezza, competenza, sicurezza. Non si tratta di convenzioni, ma di sostanza, per meglio dire di struttura. L’obiettivo stilistico nonché sartoriale della costruzione di una giacca è quello di ottenere un aplomb perfetto calibrando volumi, linee, proporzioni. E a sua volta colui/colei che la indossa non può che sentirsi con lo stesso aplomb, ovvero: sicuro, disinvolto, composto. A dire il vero tutto il così detto “capo-spalla” segue questa logica, dunque anche i cappotti, i soprabiti e in un certo senso anche le mantelle.

Ecco quindi cosa devi capire a colpo d’occhio e ancora prima di provarla se si tratta della giacca giusta. La prima cosa che devi guardare è la spalla. Se una giacca è costruita come si deve, lo capisci già dalla gruccia. Quando la spalla ruota leggermente sul davanti e non fa smorfie sei sulla buona strada, ma se vedi che la spalla scappa all’indietro e il fondo davanti si solleva, vuol dire che la giacca è fatta male.

La parte più importante di una giacca è la spalla!

Quando indossi una giacca, le spalle non devono essere troppo spioventi, troppo piccole rispetto alle tue e nemmeno troppo grandi e soprattutto devono avvolgere la tua spalla senza fare brutte pieghe. E’ tutta una questione di costruzione, cioè di modellistica e di confezione. Tu non ci puoi far niente. Devi solo allenare l’occhio e capire al volo se la giacca in questione vale la spesa oppure no.

donna con giacca a quadri

La pendenza della spalla della giacca può variare a seconda della sua spallina e quindi dallo stile della giacca, ma il suo obiettivo è quello di mettere in risalto una postura diritta, cioè un aplomb perfetto. Un altro elemento importante che è conseguente alla costruzione della spalla è il giro manica che deve essere confortevole e consentire il movimento al braccio, dopodiché anche le maniche! che non devono essere troppo larghe da ingoffarti, ne troppo strette da impedirti di muoverti.

Anche la lunghezza è importante

La lunghezza di una giacca dipende ovviamente dal modello, ma quando una giacca scivola sui fianchi, devi fare attenzione che non ti stringa e quindi segni. La lunghezza ideale che sta bene a tutte è quella che arriva a “metà bacino” che tanto per intenderci meglio è all’incirca quella della foto sopra in fantasia a quadri.

Il collo e il rever invece, come anche le tasche non sono strutturali, cioè non sono importanti per la tua figura, per tanto sono considerati “dei disegni” della giacca, e possono essere i più svariati purché ovviamente disegnati e confezionati ad arte, perché un brutto collo oltre a vedersi subito, rovina tutta la giacca.

Nel prossimo articolo voglio parlarti della giacca blazer che è un modello molto versatile e per questo intramontabile ma che tuttavia…non sta proprio bene a tutte e ti spiegherò perché. Per adesso… ciao, aspetto i tuoi commenti 🙂

Monica

 

Ti interessa rimanere aggiornata?

Iscriviti alla mia newsletter!

Se ti iscrivi hai accesso a molti contenuti gratuiti e sarai sempre aggiornata su iniziative, promozioni, eventi.