un-elemento-cruciale-dello-stile-di-un-uomo-la-taglia

La giacca in questa foto fa le pieghe solo perchè il soggetto ha la mano nella tasca del pantalone. Ma dalle spalle, dalla lunghezza totale e dal polsino della camicia che fuoriesce di un paio di centimetri si direbbe che l’abito è perfetto per lui.

Uno degli elementi chiave dello stile di un uomo di cui non si parla abbastanza è la taglia, o meglio la taglia giusta, quella cioè perfetta per te e che, tanto per capirci, asseconda il tuo fisico in modo naturale senza fasciarlo con abiti troppo aderenti, né ingoffarlo con altri troppo abbondanti.

Non c’è nulla di più triste nel vedere un uomo con le maniche della camicia o della giacca troppo lunghe, con le spalle di un abito troppo abbondanti e che cadono, con i pantaloni troppo lunghi o troppo larghi sul lato B, per non parlare poi se sono strizzati soprattutto sul cavallo.

Certi errori di taglia si fanno spesso durante i saldi, perché vedi qualcosa che ti attrae e lo vuoi perché costa poco, oppure ti serve proprio quell’abito grigio e lo compri perché costa meno che a prezzo pieno, ma in fondo mica ti piace!

conoscere-la-taglia-giusta

In questa foto Bob Sinclar ha scelto un bell’outfit. Ma purtroppo le maniche della camicia e della giacca sono decisamente troppo lunghe e questo balza all’occhio!

 

la-taglia-giusta

Questo look potrà anche essere non male, però… il cappotto in una taglia in più gli starebbe meglio!

Molti uomini pensano che per essere ben vestiti sia sufficiente cambiarsi d’abito quando l’occasione lo richiede e che quindi basti passare dal jeans all’abito o alla giacca, senza prendersi cura più di tanto di dettagli importanti come la lunghezza, la larghezza e la linea dei propri abiti.

Molti uomini sono anche erroneamente convinti di avere un certo tipo di taglia, oppure ignorano totalmente quale potrebbe essere fidandosi del primo commesso che capita a tiro. E non finisce qui, perché attorno al “concetto” di taglia ci sono tanti modi di vedere e tanti aspetti da considerare, ma proviamo a fare un po’ d’ordine e mettere dei punti fermi:

L’età

Finché hai più o meno 20 – 24 anni, non lavori ancora e ti vesti prevalentemente casual o sportivo il concetto di taglia è un’opzione che, anche se non viene considerata, non da fastidio a nessuno. Anzi, il fatto di non considerarla, è spesso vista da chi invece non ha più l’età per farne a meno, come un plauso alla tua creatività.

la-taglia-giusta

Se hai meno di 25 anni e non lavori ancora, tendenzialmente qualunque cosa ti metti addosso… va bene, anche se non ti “sta bene”.

La moda

Età a parte, se sei uno tipo che si attiene scrupolosamente ai cambiamenti della moda, potresti non prendere molto in considerazione il concetto di taglia, perché per te è più importante osservare le tendenze che non come ti stanno gli abiti addosso.

vestire-alla-moda

In questa foto i volumi sopra-sotto sono distribuiti in modo logico e corretto: giacca piccola con pantalone ampio. Il look non è male, tuttavia l’altezza e la magrezza del soggetto rendono la giacca particolarmente striminzita e di conseguenza le spalle il busto piuttosto minuti.

Se gli abiti sono destrutturati

In generale a qualunque età, se vesti sportivo e con capi destrutturati, lo scarto di una taglia in più o in meno può essere accettabile, perché quello che conta con un look di questo tipo è ottenere un aspetto rilassato-disinvolto.

vestire-con-la-taglia-giusta

Nei capi sportivi o da tempo libero quello che conta di più è un effetto finale dall’aria libera e disinvolta, anche se la taglia degli abiti non è perfetta.

Il contesto

Quando invece subentra l’esigenza di vestire in modo formale, perché richiesto dal contesto, cioè con una giacca e ancora di più un abito, una taglia sbagliata così come una linea non adatta al tuo fisico diventano errori disastrosi, anche se ti sei attenuto alle esigenze di dress code come ad esempio un abito blu, grigio scuro o uno smoking. Questo perché più il contesto è formale ed elegante e più i tuoi abiti devono vestirti perfettamente.

Il tempo e i cambiamenti del corpo

La tua taglia può cambiare nel tempo insieme ai cambiamenti della vita e l’obiettivo di ogni persona che ama sentirsi ben vestita deve essere quello di assecondare le forme del proprio corpo, cambiando taglia se è necessario. Bene, giunti a questo punto…

Come fai a sapere qual è la taglia giusta per te?

La taglia giusta per te si calcola facendo passare un centimetro attorno al tuo torace appena sotto le ascelle, dopodichè dividendo a metà il numero ottenuto. Esempio: se la tua circonferenza torace è di 104 cm. la tua taglia è la 52.

Tuttavia questa è soltanto la tua taglia base, cioè di partenza, ma se desideri, soprattutto a proposito di giacca e abito che questi ti vestano a pennello, devi conoscere anche un altro elemento: il drop. Il drop è un numero. E corrisponde alla differenza fra la metà circonferenza torace e la metà circonferenza vita.

Pochi prodotti industriali oggi offrono il sevizio del drop e così se non trovi niente sul mercato che ti soddisfi, la strada che ti rimane per avere un abito perfetto per te è quella della realizzazione su misura grazie alle mani sapienti di un bravo sarto.

Come hai potuto vedere, se hai letto fin qui, la taglia è una questione molto più delicata di quanto sembri, che vale la pena conoscere non solo dal punto di vista tecnico, ma anche per l’effetto che vuoi ottenere e le varie esigenze di contesto. 🙂

Infine, se vuoi sapere cos’è il drop puoi leggere questo articolo: “Abito maschile come scegliere quello giusto”. 

Monica

Articolo aggiornato il 4 giugno 2019

 

Ti interessa rimanere aggiornato?

Iscriviti alla mia newsletter!

Se ti iscrivi hai accesso a molti contenuti gratuiti e sarai sempre informato in anticipo su promozioni riguardanti iniziative, corsi ed eventi per il tuo stile.